Home > arredi e complementi > POLTRONE CHE ISOLANO

POLTRONE CHE ISOLANO

Il design del contract si rinnova con nuovi sistemi, pensati e progettati per interpretare al meglio gli ambienti destinati al lavoro che, sempre di più, devono garantire comfort, design e tecnologia.
I designers Fiorenzo Dorigo, Massimo Dorigo e Luca Garbet hanno creato, per SitLand, la nuova linea Cell, da destinare sia ad ambienti pubblici che privati.
Dal 18 al 21 maggio, presso il Dubai World Trade Centre, a Dubai, in occasione di Workspace International Design Exibition, una mostra dedicata al design del contract, SitLand ha presentato i propri prodotti di spicco.
La serie, frutto di  ricerche e di studi, in aderenza alle nuove linee progettuali e stilistiche del settore contract, in aprile, era stata proposta al passato Salone del Mobile 2015, a Milano.
Elemento inconfondibile delle sedute proposte Cell 128 è, sicuramente, lo schienale.
Qui le dimensioni sono esplose, dilatate.
Offrono un grande impatto visivo al punto di segnare, caratterizzandoli, gli ambienti che, di volta in volta, arredano.
Le forme sono avvolgenti e permettono, contemporaneamente, un isolamento acustico e visivo.
269899_img8
Queste sedute, infatti, riescono a suddividere lo spazio in settori mobili, declinabili all’occorrenza, lasciando la massima libertà compositiva, ideali per le grandi sale d’attesa o, per creare un angolo privato, se l’ambiente è piccolo e con molteplici funzioni.
Grazie al particolare design, lo schienale consente un totale isolamento da eventuali distrazioni, offrendo un’accogliente seduta protetta, tra le cui pareti, sarà facile trovare concentrazione o riposo.
Oltre allo schienale alto delle poltrone e dei divani, la linea Cell si compone di altre soluzioni.
Si tratta della linea a schienale basso, composta da divano a due posti,  poltrona, dal pouf e dalle poltroncine da sala riunione.269899_img2
I materiali impiegati per la realizzazione di questi arredi sono del tutto innovativi e garantiscono sedute assolutamente confortevoli e resistenti.
L’intera linea può essere completata da un tavolino di lavoro che, grazie ad un supporto e piani girevoli, può inserirsi facilmente nella configurazione della poltrona, piuttostochè del divano e, persino, del pouf.
Il tavolino, nelle sedute con schienale alto, può essere posto sul retro, grazie al sistema di rotazione del supporto, dando, così, la possibilità di essere utilizzato come appoggio, anche nel caso in cui nessuno utilizzi la seduta.

Il design diventa tecnologico

Optionals di serie, o di cui dotarsi, proprio come per un’automobile, completano la ricercatezza di Cell.
Ogni seduta, infatti, può essere dotata di un  lettore audio Bluetooth o di casse acustiche per poter ascoltare la propria musica, ad alta risoluzione, e senza cuffie.
La ricarica, contemporanea, di uno o due dispositivi mobili è affidata ad un caricatore USB pop-up, o, se si preferisce il wireless, l’optional aircharge surface permette la ricarica del nostro smartphone, semplicemente poggiandolo sul tavolino,
La gamma delle finiture offre rivestimenti pregiati da abbinare, a proprio piacimento, alle diverse strutture delle basi in acciaio o in legno.

11 febbraio 2017    –         Riproduzione riservata

Leave a Reply